La comunità energetica rappresenta piccoli insiemi di utenti della rete elettrica (come, ad esempio, un quartiere) che si aggregano spontaneamente. Ciascuno degli utenti può produrre, consumare, mantenere e condividere energia elettrica con mezzi propri o con impianti di altri partecipanti all’interno della stessa struttura. Il principale scopo è quello di replicare il comportamento degli utenti all’interno di una comunità energetica collettiva, gestendo in modo automatico l’assegnazione degli incentivi erogati dal GSE per l’autoconsumo collettivo. La soluzione è altamente evoluta in quanto utilizza la tecnologia blockchain per la gestione trasparente dei processi energetici ed economici. Gli scambi di energia all’interno della comunità permettono di avere totale visibilità sulle azioni eseguite da ciascun partecipante e quindi di poter monitorare la condivisione dell’energia.